Acconsento all'utilizzo dei cookie
Ok Accetto Info Informazioni
9

Cosa vedere a Lisbona in 5 giorni

lisboacard Viaggia gratis sui trasporti pubblici di Lisbona scopri tutti i vantaggi della Lisboa Card

Lisbona è un continuo saliscendi per cui bisognerà munirsi di tanta voglia di camminare. Di giorno lasciamoci conquistare da vicoli, musei e architetture: ogni angolo dei suoi quartieri è testimone della storia della città e va scoperto fino in fondo. E la sera abbandoniamoci alle melodie del fado e ai piaceri di una cena tutta portoghese.

Siete atterrati all'aeroporto di Lisbona. Vi basterà seguire le indicazioni per la metro: la linea rossa vi porterà in pochissimo tempo in centro. Chi ha deciso di prenotare la Lisboa Card prima della partenza, potrà comodamente ritirarla in aeroporto e iniziare ad utilizzarla da subito.

Munirvi della Lisboa Card vi consentirà di utilizzare a vostro piacimento i mezzi di trasporto (la metropolitana, gli autobus, i tram e le funicolari Carris, il tram storico 28, i treni CP tra Cais do Sodrè e Cascais e i treni tra Oriente, Rossio e Sintra) e di risparmiare sui biglietti dei principali musei e attrazioni, (avete ingresso gratuito in oltre 20 attrazioni e musei di Lisbona). Pronti a partire? Andiamo!


Primo giorno

Dal Castello di Seo Jorge alla Cattedrale tra i saliscendi di Lisbona

Oggi scopriamo Alfama, il quartiere che si estende dal fiume Tago - più o meno da Praca do Comércio al Museu Nacional do Azulejo - e in alto fino al Castello di São Jorge. Ci conviene iniziare proprio dal Castello e poi scendere, è certamente meno stancante che arrivare su dopo una bella passeggiata in salita tra le stradine di questa zona storica. Bellissimo il giro lungo le mura medievali e magnifiche le vedute dalle torri e dai bastioni. Approfittate anche del bel Jardim do Castelo de S. Jorge.

  • Al Castello ci si arriva con l'autobus 37 o i Tram 12 e lo storico 28. 

Scendendo passiamo dall'Arco do Castelo e un po' più giù dal Miradouro de Santa Luzia e dal Miradouro Portas do Sol, due dei punti panoramici più belli della città. Proseguendo per Rua Augusto Rosa arriviamo alla Cattedrale di Santa Maria Maggiore (Igreja de Santa Maria Maior o Sè de Lisboa) in Largo da Sé. Assolutamente da visitare il chiostro gotico (costa €2.50) con gli scavi archeologici e i reperti romanici. A due passi c’è la chiesetta dedicata a Sant’Antonio, patrono di Lisbona, la troverete adorabile nella sua semplicità. Siamo nei pressi del Museu do Teatro Romano.

Le migliori soluzioni per dormire a Lisbona

  • Prezzo più basso garantito e assistenza clienti in italiano
vedi disponibilità mostra disponibilità mostra disponibilità

Un salto al Feira da Ladra, il mercatino “in salsa portoghese”

Se siete a Lisbona di martedì o sabato mattina, fate un salto al mercatino delle pulci Feira da Ladra. Specialmente se amate i mercatini dell’usato, una passeggiata ci sta tutta, ci sono tanti banchi di artigiani e bancarelle improvvisate dove potete comprare dalle cianfrusaglie all’abbigliamento, dai libri alle ceramiche locali. Approfittate del bel giardino di Santa Clara per una sosta e un panino.

  • Feira da Ladra è vicino al Pantheon (Panteão Nacional), a piedi dalla cattedrale sono circa una ventina di minuti, se volete arrivarci con i mezzi salite sul tram 28 e scendete in Rua São Vicente e da lì proseguite a piedi. 

Pranzo vista Cattedrale e pomeriggio per musei

Se per pranzo, invece, restate in zona Cattedrale, in Rua da Madalena 25 c’è Prima Pasta, un buon ristorante italiano; in Rua Cruzes da Sé, c’è Cruzes Credo, per una pausa eccellente a base di piatti di pesce portoghesi.

Nel pomeriggio ci dirigiamo verso due musei che raccontano tanto delle tradizioni di Lisbona. Il Museo del Fado è un’immersione toccante nel mondo della cultura musicale e popolare lisboeta, nella storia del fado e dei più noti fadisti portoghesi. Il Museo Nazionale dell'Azulejo racconta dell’arte antica degli “azulejos”, un’eccellenza del Portogallo.

  • Quest'ultimo è un po' più fuori mano rispetto agli altri luoghi citati, vi basterà prendere la metro a Terreiro do Paço fino alla stazione di Santa Apolonia, da qui l’autobus 759 che ferma a 5 minuti dall’ingresso del museo.

Serata in Praça do Comércio, ceniamo con baccalà e ginhinhas

Per la serata, che ne dite di restare nelle vicinanze? La nostra tappa potrebbe essere la zona del Jardim do Tabaco, di fronte alla stazione ferroviaria di Santa Apolonia; è uno dei luoghi più vivaci della città, con ex magazzini di tabacco trasformati in discoteche, ristoranti di classe e negozi, un posto che contrasta con l'atmosfera medievale del quartiere antico.

In alternativa spostiamoci a Praça do Comércio (metro Terreiro do Paço). Per mangiare un boccone fermatevi in una tipica tasca portoghese, la nostra “trattoria”, ordinate del baccalà (piatto tipico, lo cucinano in mille modi diversi, assaggiatelo anche semplice, alla piastra o in sfiziose polpette) e per un allegro brindisi chiedete della ginhinhas (un liquore alcolico fatto con le amarene, buonissimo dopo una bella cena).


Secondo Giorno

Da Praca do Comèrcio, fino all’ l'Elevador de Santa Justa

Il punto di riferimento resta Praca do Comèrcio, con la statua equestre di Dom José, l'Arco Trionfale e la scalinata direttamente sul fiume dalla quale potete vedere il Ponte 25 de Abril e il Cristo Rei. Una chicca: sulla destra dell'Arco c’è il leggendario Café Martinho prediletto dal poeta Fernando Pessoa.
Percorrete la bellissima Rua Augusta, la riconoscerete per la sua particolare pavimentazione con piastrelle decorate; è ricca di negozi, ristoranti e locali.

  • Immancabile una sosta da Casa Portuguesa do Pastel de Bacalhau: preparano una crocchetta di baccalà e formaggio filante che dovete assaggiare!

Entrate nel cuore del quartiere Baixa-Chiado. Da Rua Augusta arrivate in Rua Áurea che collega, con l'Elevador de Santa Justa (lo riconoscerete subito, interamente in ferro battuto), la Baixa con il Chiado.

Vista panoramica, Cattedrale e pranzo al Chiado

Arrivate al Convento do Carmo, ma prima fermatevi sulla terrazza panoramica del Chiado; qui c’è una caffetteria dove potete prendere un caffè con un meraviglioso affaccio su tutta Lisbona.

Fate un giro tra Rua Garrett, poco distante dal convento, e Largo do Chiado, dove si trova la Chiesa de Nossa Senhora da Encarnação con la facciata ricoperta di azulejos, una delle facciate più belle di Lisbona in tipica ceramica portoghese, perfetta da fotografare. Ah, nel vicino Largo Rafael Bordalo Pinheiro, c’è un altro palazzo interamente ricoperto di azulejos blu e gialli.

Per una sosta golosa fermatevi da A Brasileira, locale storico in Rua Garret, amato da Pessoa o al Manteigaria de Pastéis de Nata nella vicina Rua do Loreto se volete assaggiare i pastel de nata, i tradizionali dolcetti portoghesi. Per un pasto a base di pesce, sempre in Rua do Loreto c’è il Sea Me, dove potrete ordinare anche petiscos (le tapas locali che vi consigliamo assolutamente) e sushi. Per assaggiare la cucina tipica portoghese e ascoltare il fado, invece, provate la Coimbra Taberna, nella vicina Calçada São Francisco, un luogo tipico e non costoso.

Si continua per Musei e Teatri e in serata al Bairro Alto

Ripartiamo con due musei da visitare in zona, il MUDE (museo del design e moda) e il Museu do Chiado. È proprio nella zona del Museu do Chiado che troviamo anche la triade Teatro S. Luiz, Teatro da Trindade e il Teatro São Carlos.

Il Bairro Alto con la sua movida notturna è il luogo ideale dove concludere la serata. Se cercate un posto dove ascoltare il Fado, andate da Cristal Fados (Travessa da Queimada 9), qui potete cenare mentre ascoltate intense melodie. Se invece avete voglia di jazz e RnB fate una capatina al Pavilhao Chinês, sempre molto pieno arredato in stile vittoriano; nel Bairro Alto c'è anche la discoteca più conosciuta e storica di Lisbona, il Frágil.


Terzo giorno

Colazione da Pastéis de Belém e visita al Monastero

Prendiamo il treno dalla stazione di Cais do Sodrè in direzione Belém o in alternativa il tram n. 15. Per chi ci arriva in tram, la visita può cominciare dal Monastero dos Jerónimos (al suo interno trovate anche due musei, il Museu Nacional de Arqueológia e il Museu da Marinha) ma prima… colazione da Pastéis de Belém: si dice che i pastèis de nata siano nati proprio a Belèm e questa rinomata pasticceria ne fa di squisiti!

In giro per musei e idee per il pranzo

Di fronte al Monastero c’è il Planetario Calouste Gulbenkian; l'esperienza è molto semplice e breve, ma se siete appassionati di astronomia approfittatene. Facciamo un salto al Jardim Botânico Tropical, una bella oasi verde a Lisbona e proseguiamo fino al Palácio de Belém e al Museu da Presidência da República. Approfittatene per visitare il Museo delle Carrozze che vi sorprenderà non sono solo per la sua splendida collezione, ma anche per le sue sale riccamente decorate.

Siamo nel cuore di un’altra bella e grande aerea verde del quartiere, che comprende il Jardim de Belém e il Jardim da Praça do Império; approfittatene per riposare e mangiare un panino in tutta tranquillità. Per un pranzo completo, invece, in Rua de Belem 74 c’è Os Jerónimos che serve un baccalà alla portoghese squisito. Andate da Enoteca de Belem in Travessa do Marta Pinto, se cercate un posticino riservato e poco turistico, serve ottimi piatti locali.

Passeggiata dal Centro Culturale alla Torre di Belém

Dal Jardim da Praça do Império al Centro Cultural de Belém sono cinque minuti a piedi; qui trovate il Museo del Design e il Museo Berardo dedicato all'omonimo artista e all'arte contemporanea. Sempre in zona fermatevi al Padrão dos Descobrimientos, il monumento dedicato a tutte le scoperte fatte dai navigatori portoghesi; attraverso scale o ascensore, salite in cima per una vista a 360° sul Tago e sul quartiere.

È arrivato il momento di visitare la famosa Torre de Belém con il suo giardino; ci si arriva in un quarto d’ora a piedi passeggiando sul lungofiume dal Monumento delle Scoperte. Qui non possono proprio mancare scatti e selfie di rito.

Crociera al tramonto sul Tago per concludere in “bellezza”

Oggi concludiamo la giornata con una attività che noi personalmente abbiamo trovato entusiasmate. Stiamo parlando della Crociera al tramonto sul Tago (leggete la nostra esperienza e tra le varie proposte, prenotate quella che preferite).

Vi ricordiamo che se siete in possesso della Lisboa Card, questa offre il 25% di sconto sulla crociera (vi basterà presentare la card direttamente all'imbarco). Potete anche scegliere di cenare a bordo, ma se preferite la crociera semplice senza cena, nei pressi dei moli non mancano ristorantini e locali dove fermarvi a mangiare piatti tipici e concludere con un bicchierino di ginhinhas!


Quarto giorno

Dalla Stazione Oriente al Parco delle Nazioni: un giro nella Lisbona moderna

Linea rossa della metro, fermata Estação do Oriente. Oggi esploriamo la parte est della città, zona moderna e futuristica, molto diversa dalla Lisbona storica che abbiamo conosciuto. Siamo a sud del Ponte Vasco da Gama, lungo il fiume Tago.

Fermiamoci ad ammirare la stazione Oriente, progettata per l’Expo del ‘98; non passa inosservata, tutta futuristica in acciaio e vetro, costruita su tre livelli con stazione dei treni, metro e bus. È probabile che vi chiediate se siete ancora a Lisbona oppure no, visto che una volta fuori dalla stazione già noterete edifici ultra moderni, tra cui le torri di São Gabriel e São Rafael che ospitano appartamenti di lusso. Si trova qui anche il Centro Commerciale Vasco da Gama, potremmo farci un salto adesso o magari più tardi per mangiare qualcosa, è pieno di negozi e ristoranti.

Prossima tappa, il Parque das Nações, Parco delle Nazioni, conosciuto come il Parco di Expo 98, infatti qui ci trovate edifici ed ex-padiglioni che furono realizzati appositamente per l’esposizione. Nella zona nord del parco c’è la Torre Vasco da Gama, proprio accanto all’omonimo ponte (al suo interno si trova un hotel di lusso a 5 stelle, il Myriad by Sana Hotels). La sua forma e lo stile contemporaneo ricordano il noto grattacielo di Dubai Burij al Arab.

Scendendo più a sud incontriamo il Pavilhão Atlantico (Padiglione Atlantico), la principale arena coperta di Lisbona dove si organizzano eventi e concerti e il Pavilhão do Futuro che ora è diventato il Casinò di Lisbona.

Un giro in Funivia e pranzo lungo il Jardim Garcia de Orta

Volendo, possiamo anche prendere la Funivia del Parque das Nações che collega la zona nord del parco con la zona sud. Il viaggio dura circa 8 minuti e dalle cabine ammirerete un panorama stupendo sul Parco e sul Ponte Vasco da Gama, per cui prendetela!

Siamo arrivati all'Oceanario di Lisbona; la vasca centrale con tantissimi pesci e ambientazioni diverse è bellissima vista da tutte le prospettive e se siete con i bambini, la adoreranno. Un po’ più a sud dell’Acquario, troviamo il Padiglione della Conoscenza, un museo della scienza; andateci se siete con i vostri figli.

Per pranzo potreste fermarvi a mangiare qualcosa di veloce nel bel Jardim Garcia de Orta, o magari in uno dei tanti ristorantini e locali che costeggiano il giardino; ce ne sono diversi, anche a buon prezzo ( il Restaurante D`bacalhau e il Restaurante BoaLisboa, per esempio, hanno buone recensioni). In alternativa potreste fare un salto al vicino centro commerciale Vasco da Gama.

Pomeriggio di shopping ad Uptown e per la serata, a voi la scelta!

Nel pomeriggio, rientrando verso il centro di Lisbona, vi suggeriamo di approfittare della linea rossa della metro e scendere alla stazione Saldanha (ci vogliono circa 17 minuti), in zona Uptown. La zona si presta particolarmente per fare un po’ di shopping, infatti tra Avenida da República e Piazza Saldanha trovate diversi negozi e centri commerciali, tra cui “Colombo”, uno dei più grandi mall d’Europa. A una decina di minuti da Avenida da República potete raggiungere anche il bel Jardim da Fundação Calouste Gulbenkian e visitare il Museo che si trova al suo interno, Calouste Gulbenkian che conserva antiche monete, sculture, ceramiche, opere dell'arte Egizia e gioielli Liberty.

In serata che ne dite di trattenerci a mangiare qualcosa stesso in zona? O magari potremo ritornare al centro di Lisbona, scegliete voi!

Questo è il nostro suggerimento per trascorrere il quarto giorno a Lisbona ma se preferite, potete anticipare una bella gita fuori porta (leggete le proposte per il quinto giorno) e lasciarvi Oriente in ultimo. 


Quinto giorno

Abbiamo dedicato alla bella Lisbona diversi giorni e abbiamo conosciuto tutti i suoi posti più famosi. A questo punto potremmo prendere in considerazione l’idea di scegliere una delle destinazioni più belle per un’escursione di un giorno fuori città. Anche in questo caso la scelta sta a voi, ovviamente molto dipende dal periodo in cui viaggiate e dalle vostre preferenze.

Sintra: verdi paesaggi e palazzi da fiaba

L’incantevole Sintra si trova a circa 30 km ad ovest di Lisbona e la raggiungete facilmente in treno (dalla stazione di Lisbona Rossio che è sulla linea verde della metropolitana all'interno del quartiere Baixa, impiegate circa un’oretta; il biglietto andata e ritorno costa 4,40 euro). Per essere una cittadina, è piena di edifici storici quasi fiabeschi come il Palácio da Pena, il Palazzo Nazionale e il Castello dei Mori e di bellezze paesaggistiche - la sua posizione tra le verdi colline della Sierra de Sintra la rende ancora più affascinante. Splendida in tutti i periodi dell’anno, ma tra primavera e inizio estate è il top, le giornate sono più lunghe e non è ancora particolarmente affollata.

Un tuffo al mare: le spiagge della costa di Lisbona

Se viaggiate nel periodo estivo, le più belle spiagge della costa di Lisbona proprio non potete perdervele. La città è famosa per i suoi litorali bellissimi davvero poco distanti dal centro – con un treno locale dalla stazione Cais do Sodré raggiungete in 20 minuti Carcavelos e Praia do Tamariz nella bella Estoril e in poco più di mezz’ora Praia da Rainha, incastonata tra le case e le piazzette di Cascais; un biglietto andata e ritorno costa circa 2 euro.

Cascais è un bellissimo borgo, molto pittoresco con le sue viuzze pedonali, piazzette, caffetterie e negozi. Estoril è un altro gioiellino, con la sua chiesetta di Santo António, i suoi piccoli musei da scoprire ma anche una vita notturna interessante tra tapas bar e ristoranti sul lungomare.

Fatima, spiritualità e cristianità

In alternativa, se preferite fare un giro "spirituale", vi consigliamo di raggiungere Fatima, famosa in tutto il mondo per il suo Santuario. Si trova a circa 150 chilometri da Lisbona, potete raggiungerla facilmente con meno di 10 euro in bus Rede Expressos. Dalla stazione di Fatima in pochi minuti a piedi sarete al Santuario; la Basilica, semplice ma allo stesso tempo maestosa, la Cappella delle Apparizioni e la Chiesa della Santissima Trinità racchiudono tutta la spiritualità del luogo.


Si conclude così il nostro viaggio di 5 giorni a Lisbona. Chi ha meno tempo a disposizione e si tratterà un po’ meno in città, può dare uno sguardo al nostro itinerario di Lisbona in 3 giorni. A proposito, avete già prenotato un alloggio? Se non lo avete ancora fatto, Home Lisbon Hostel è un ostello fantastico che vi consigliamo vivamente, siamo stati loro ospiti e ci siamo divertiti molto. In alternativa, questa è la nostra selezione di hotel e appartamenti con vista su Lisbona.

pubblicato il 01/03/2017
aggiornato il 13/07/2017
foto copertina di DS-Foto via pixabay
9
Quanto ti è stato utile questo articolo?
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour

Alloggi a Lisbona per tipologia

VIVI Lisbona è parte del network VIVI CITY - Marisdea s.r.l.s. P. IVA 05305350653 Joomla!™ è un Software Libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL Creative Commons - Attribution, Non Commercial, No Derivatives 3.0