Acconsento all'utilizzo dei cookie
Ok Accetto Info Informazioni
2

Óbidos, cosa vedere nel borgo più bello del Portogallo

Obidos: Offerte e sconti per attrazioni e  tour guidati vivicity Obidos: Offerte e sconti per attrazioni e tour guidati Scegli e prenota la tua esperienza

Óbidos è un labirinto di stradine lastricate e di casette bianche decorate da fiori e porte colorate, circondato da mura merlate e dominato dal castello medievale. Óbidos è un’incantevole città fortificata portoghese, un borgo di incredibile bellezza probabilmente per via di quel tocco femminile. Óbidos, infatti, fu il regalo di nozze che il re Dionigi I offrì alla regina Isabel nel 1282.

Oggi è uno dei borghi più belli del Portogallo dall’atmosfera romantica e la lunga storia che dista solo un’ora da Lisbona. La meta ideale per un’escursione in giornata dalla capitale  o una magica cittadina dove trascorrere la notte al castello, assaporare le specialità portoghesi e ritornare indietro nel tempo durante il Mercado Medieval.

Cosa vedere a Óbidos

Le mura di Óbidos

Óbidos è interamente circondata dalle mura merlate, una cinta muraria che risale al periodo della dominazione dei mori. Le mura inoltre sono un ottimo punto di osservazione dell’intera città e della campagna circostante, perciò vi consigliamo vivamente di andare a passeggiare sulla cinta muraria per vedere Óbidos dall’alto risplendere tra case bianche, tetti rossi, vicoli lastricati, cactus, glicine e bouganville ovunque. Ma fate attenzione, il camminamento sulle mura è sprovvisto di protezione sul lato interno e non è quindi adatto a chi soffre di vertigini o per visite notturne.

Il castello di Óbidos

Il castello di Óbidos domina l’intero borgo. Costruito nel XIII secolo per volontà del re Dionigi I, il castello era inizialmente un’austera fortezza che poi nel Cinquecento assunse l’aspetto di un palazzo. Oggi il castello non è aperto alle visite ma durante il Mercado Medieval diventa il fulcro della festa del borgo. Inoltre il castello oggi ospita un romantico hotel di lusso, Pousada Castelo de Óbidos, ideale per chi ha sempre sognato di dormire in un castello.

Porta da Senhora da Piedade (Porta da Vila)

È la principale porta di accesso al borgo di Óbidos, terminata nel 1380, e che conduce alla rua Direita, la strada principale del centro storico della città. È una doppia porta che vi incanterà per l’arco decorato da meravigliosi azulejos raffiguranti la Madonna della Grazie. All'interno, c'è una piccola cappella in onore di Nossa Senhora da Piedade.

Praça de Santa Maria

La piazza di Santa Maria è la testimonianza più importante del periodo rinascimentale in Portogallo. È dal XVI secolo il cuore della città dove si svolgono tutti gli eventi di Óbidos. Intorno alla piazza inoltre troverete i monumenti più importanti come la chiesa di Santa Maria, la fontana reale del XVI secolo, la gogna del Cinquecento, il Solar da Praça de Santa Maria, un maniero che ora ospita il Museo Municipale.

Le chiese di Óbidos

Óbidos conta diverse chiese, tra queste la principale è la Igreja de Santa Maria, dedicata alla patrona della città. La chiesa dovrebbe risalire intorno al 1148 quando D. Alfonso Henriques conquistò Óbidos, allora dominata dai mori che qui vi avevano costruito una moschea dove precedentemente vi era un tempio visigoto. Ammirate il suo portale rinascimentale e, una volta all’interno, le meravigliose pareti rivestite di azulejos settecenteschi e lo splendido soffitto in legno affrescato. La Igreja de Santa Maria è nota, inoltre, perché qui, il 15 agosto 1441, l’infante D. Alfonso V di Portogallo sposò la cugina D. Isabel, all’età rispettivamente di dieci e otto anni.

Visitate poi la Igreja da Misericórdia, dall’interno riccamente decorato da piastrelle del Seicento, la Igreja de São Pedro, basilica gotica a tre navate, il Santuário do Senhor da Pedra, fuori delle mura del borgo, in stile barocco.

Museo Municipal di Obidos

Il Museo Municipale di Óbidos è situato in un palazzo settecentesco a pochi passi dalla Igreja de Santa Maria. Il museo espone una collezione di arte sacra, tra cui sculture e dipinti di diverse epoche. Uno dei più importanti è il ritratto di Josefa de Óbidos dal titolo “Faustino das Neves”, caratterizzato da un drammatico contrasto di luce e ombra. Vedrete, inoltre, una collezione di armi francesi e inglesi del tempo della guerra peninsulare, mobili barocchi e reperti archeologici di epoca romana. Il museo è aperto dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18 dal martedì alla domenica.

Cosa vedere nei dintorni di Óbidos

Bacalhôa Buddha Eden

È il giardino orientale più grande d’Europa situato nell’immensa tenuta viticola Quinta dos Loridos a 30 minuti circa da Óbidos. Il Bacalhôa Buddha Eden è nato in seguito alla distruzione da parte dei talebani, nel 2001, di tre gigantesche sculture di Buddha in Afghanistan; allora José Berardo, uomo d’affari e grande collezionista d’arte portoghese, decise di creare il parco per protestare contro quell’atto di barbarie e per offrire al mondo un’oasi di pace in omaggio a Buddha. Vi ritroverete, dunque, a passeggiare in questo immenso giardino dalla vegetazione lussureggiante che invita alla meditazione tra statue di Buddha giganti, sculture contemporanee nei vigneti e pagode. Potreste prendere il trenino per fare il giro del parco se non vi va di camminare. Inoltre nel giardino troverete un caffè e un negozio dove comprare vino di loro produzione. Per una pausa pranzo altrettanto rilassante andate da Mãe d’Água, un affascinante ristorante situato in un antico palazzo nobiliare a pochi passi dal giardino e che offre una cucina portoghese moderna.

Laguna di Óbidos

A circa 30 minuti da Óbidos troverete poi la Lagoa de Óbidos, una bellissima laguna affacciata sull’oceano Atlantico dove i portoghesi si dedicano al kite surf e i più impavidi nuotano nelle fredde acque.

Caldas da Rainha, Nazaré, Batalha e Fátima

In cinque minuti di treno da Óbidos potete raggiungere un altro bellissimo borgo chiamato Caldas da Rainha, “sorgenti della regina”, a causa delle sue terapeutiche acque sulfuree, nato nel 1400 per volere della regina Leonor de Avis. Lì potrete visitare l’interessante museo José Malhoa, dedicato al pittore naturalista di Caldas da Rainha.

Continuando verso nord troverete Nazaré, amata dai surfisti per le sue onde. Qui si trova infatti il più lungo canyon sommerso d’Europa che permette la formazione di onde giganti e perfette per chi sa cavalcarle. Rientrando verso l’interno fermatevi a Batalha per visitare il suo monastero, un impressionante capolavoro gotico costruito per volere del re João d’Aviz per commemorare la vittoria portoghese nella battaglia di Aljubarrota del 1385. Proseguendo ancora arriverete a Fátima dove vedrete il santuario venerato dai cattolici come uno dei più importanti luoghi del culto mariano.

Penisola di Peniche

Peniche dista solo mezz’ora da Óbidos ed è la città più a ovest d’Europa. Dopo aver visitato Peniche e la sua bellissima fortezza esplorate l’incantevole penisola affacciata sull’oceano Atlantico. Raggiungete il faro di Cap Carvoeiro per ammirare le scogliere sull’oceano e l’arcipelago delle isole Berlengas, riserva naturale patrimonio dell’Unesco, dove rilassarvi sulla spiaggia do Carreiro do Mosteiro bagnata da acque turchesi, visitare il Forte de Sao Joao Baptista o avventurarsi per grotte e natura selvaggia.

Quando andare a Óbidos

Il Mercado Medieval di Óbidos

Per due settimane nel mese di luglio si svolge il Mercado Medieval di Obidos, un’antica festa che vi riporterà ai tempi del Medioevo nel borgo portoghese. È una festa importante per il borgo ma famosa in tutto il Portogallo che richiama flotte di turisti da ogni dove. Se vi piace la folla, questo è sicuramente il momento più speciale dell’anno per visitare Óbidos.

Il Mercado Medieval si svolge nei terreni del castello e in prossimità delle mura occidentali in un’area a cui si accede pagando un biglietto di circa 7€ a testa. Passeggiando per il borgo vedrete figuranti in costume come cortigiane, musicisti, cavalieri, mendicanti, bardi, prigionieri, cuoche e contadini. Se volete unirvi al gruppo potreste noleggiare un abito medievale pagando un sovrapprezzo sul biglietto. Poi ci saranno stand gastronomici e vere e proprie taverne medievali dove mangiare e bere come all’epoca. E chiaramente un fitto programma di spettacoli tra cui tornei di cavalleria, performance teatrali e giochi pirotecnici. Così, per due settimane d’estate Óbidos torna davvero a vivere come un antico borgo medievale.

Festival del Cioccolato

Dal 25 aprile al 5 maggio, dentro le mura di Óbidos, si tiene invece il Festival del Cioccolato con un ricco e gustoso calendario di show cooking, mostre di sculture di cioccolato, workshop e dimostrazioni di vari chef. Non bisogna dimenticare l’amore dei portoghesi per il cioccolato che viene usato anche per realizzare le tazzine in cui viene servita la ginjinha.

Cosa mangiare a Óbidos

I piatti tipici portoghesi da non perdere a Óbidos: ovviamente il bacalhau, il baccalà fritto, stufato, impanato e cucinato in centro altri modi, il polpo di solito stufato e poi grigliato, la bifana, panino con fettine di maiale, la Bola de Lamego, pizza farcita con diversi ingredienti, le sardine, le vongole, taglieri di salumi e formaggi, l’arrosto di maiale con patate. Non fatevi spaventare poi dalla Francesinha, sandwich farcito di carne di manzo, salsiccia e altri prosciutti su cui viene versato il formaggio fuso, servito con patate fritte annegate in salsa alla birra. Tra i dolci portoghesi gli immancabili Pasteis de Nata, tortina di pasta sfoglia con crema che troverete ovunque in Portogallo. Da bere oltre al rinomato Porto, assaggiate anche la Ginjinha, il tipico liquore portoghese alle amarene che a Óbidos viene servito in un bicchierino di cioccolato.

Per assaggiare queste delizie fermatevi in uno dei tanti ristoranti del centro storico di Óbidos. Se volete andare a colpo sicuro scegliete Dom José per un autentico pranzo portoghese, A Nova Casa de Ramiro per la piacevole atmosfera, Vila Infanta e Poco dos Sabores per la cucina portoghese e mediterranea, Jamon, Jamon per le specialità inglesi e portoghesi, Pontinha e il ristorante della Pousada do Castelo per una cucina più raffinata.

Dove dormire a Óbidos

A Óbidos la maggior parte degli alloggi sono ricavati da abitazioni private, l’ideale per chi cerca hotel autentici, ricchi di charme, a prezzi contenuti. Tra questi consigliamo la Casa Do Fontanário, situata in un edificio in stile tradizionale del V secolo nel centro della pittoresca città medievale di Óbidos, di fronte alle famose mura medievali. Se cercate il lusso, Pousada Castelo de Óbidos dove dormire come re e regine in letti a baldacchino. Se invece cercate un hotel insolito, prenotate al The Literary Man Obidos Hotel, l'albergo a tema letterario più grande del mondo situato accanto al castello di Óbidos. È un ex convento che ha mantenuto il suo fascino originario, oggi tappezzato di libri, dalla reception fino alle camere in stile ecologico. L’hotel ospita due ristoranti dove potrete richiedere perfino un menu letterario.

Come raggiungere Óbidos da Lisbona

Óbidos dista solo un’ora da Lisbona. Il miglior modo di raggiungere il borgo dalla capitale è un’auto a noleggio. Con i mezzi pubblici, invece, è un po’ più complicato perché la stazione ferroviaria si trova fuori dal centro e dista 15 minuti a piedi; se non volete camminare dovrete prendere un taxi.

In alternativa potreste unirvi a un tour guidato in partenza da Lisbona per visitare Óbidos, magari abbinato a Fátima, Batalha e Nazaré. 

2
Quanto ti è stata utile questa guida?
VIVI Lisbona

Ciao Beatrice,
Lisbona la girerei per bene almeno due-tre giorni, potete prendere spunto da questa guida per ottimizzare tempi e cose da vedere > Cosa vedere a Lisbona in 3 giorni. Detto questo, farei quindi due giorni pieni a Lisbona, il 3° giorno Porto con pernottamento (considerando le 5-6 ore di viaggio tra andata e ritorno vi consiglierei di restare per godervela meglio) e il giorno successivo potreste vedere un altro po' Porto prima di rientrare a Lisbona dove dormirete l'ultima notte. Per la tratta Lisbona-Porto, qui trovi tutte le info sui mezzi da prendere > Come arrivare a Porto partendo da Lisbona (e viceversa). Spero di esserti stata utile, vi auguro un buon viaggio!

Beatrice Gallini

Buonasera
insieme ad una famiglia di amici saremo a Lisbona dal 26.12 sera al 31.12 mattina quando ripartiremo molto presto .
Siamo in tutto 4 adulti e 3 figli adolescenti.
Vorremo visitare sia Lisbona che Porto...
Cosa ci consigliate?
meglio spostarti in treno o con mezzo NCC? oppure?
2 notti Lisbona+1notte a Porto e di nuovo 1 notte a Lisbona?
Cosa ci consigliate?
Per adesso abbiamo solo i voli quindi è tutto da "costruire" .
vi saremo grati per ogni utile consigli saprete indicarci.
buona serata
Beatrice

VIVI Lisbona è parte del network VIVI CITY - Marisdea s.r.l.s. P. IVA 05305350653 Joomla!™ è un Software Libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL Creative Commons - Attribution, Non Commercial, No Derivatives 3.0